Archivio gentilizio Caetani di Sermoneta

L’intero complesso archivistico della famiglia Caetani di Sermoneta, notificato dalla Soprintendenza nel 1967, comprende: 

  • il fondo generale o Cronologico, di 200.000 documenti dalla fine del XV al XIX secolo
  • il fondo Miscellanea di circa 600 volumi, collezione di codici e registri tratti dai nuclei di provenienza dell’antico archivio di Sermoneta
  • il fondo Pergamene di oltre 3000 documenti membranacei 
  • il fondo Economico comprendente circa 4000 unità che attestano l’attività contabile e amministrativa della famiglia nell’età moderna e contemporanea
  • il fondo Contenzioso di 300 unità documentarie 
  • il fondo Piante e Mappe di 800 unità, che attesta l’evoluzione del patrimonio Caetani  

01. Struttura fondo Piante e Mappe

02. Serie Storica (S)

03. Proprietà Caetani a Roma (R)

04. Proprietà Caetani nella Campagna (C)

05. Bonifiche (B)

06. Disegni tecnici Gelasio Caetani (G)

07. Varie (V)

08. Indice dei nomi e dei luoghi

Dall’istituzione della Fondazione, nel 1956, l’archivio si è arricchito dei fondi personali degli ultimi Caetani, in particolare si segnalano il fondo del musicista Roffredo Caetani; il fondo letterario relativo alle riviste «Commerce» e «Botteghe Oscure», edite da Marguerite Caetani; il fondo dell’ing. Gelasio Caetani.

ARCHIVI AGGREGATI

Presso la Fondazione sono conservati anche

  • l’Archivio Giustiniani Bandini che raccoglie documenti amministrativi dei territori e dell’abbazia di Fiastra, dal Medioevo ai primi anni del XX secolo
  • l’archivio Rzewuski di 137 unità, documentazione della famiglia polacca Rzewuski, relativa ai secoli XVIII-XX
  • l’Archivio Gonzaga,  4 unità, raccoglie documentazione dal 1542 al 1594
  • l’archivio Georgina Masson (1912-1980). Si compone di 24 unità archivistiche, contenenti appunti preparatori alle sue pubblicazioni, negativi e fotografie pubblicate. La maggior parte dei documenti riguardano gli ultimi anni di vita della Masson (1975-1980). 

Modalità di accesso:
L’accesso alla sala di studio è libero. Tuttavia per particolari tipologie di materiali (fondo Pergamene, documentazione economico-contabile) è necessario richiedere uno specifico appuntamento con il direttore dell’archivio. Agli studenti, ai laureandi e ai dottorandi è richiesta una lettera di presentazione da parte del docente o di un ente scientifico accreditato.

Orari:
Lunedì e giovedì: 10:00-18:00;
martedì, mercoledì e venerdì 10:00-13:00.

Riproduzioni:
Le eventuali riproduzioni fotografiche o fotostatiche possono essere effettuate solo dopo l’autorizzazione da parte del direttore dell’archivio.