Archivi conservati presso la Fondazione Camillo Caetani

L’intero complesso archivistico della famiglia Caetani di Sermoneta, notificato dalla Soprintendenza nel 1967, comprende: 

Dall’istituzione della Fondazione, nel 1956, l’archivio si è arricchito dei fondi personali degli ultimi Caetani, in particolare si segnalano il fondo del musicista Roffredo Caetani; il fondo letterario relativo alle riviste «Commerce» e «Botteghe Oscure», edite da Marguerite Caetani; il fondo dell’ing. Gelasio Caetani.

ARCHIVI AGGREGATI

Presso la Fondazione sono conservati anche

  1. il primo troncone dell’Archivio Giustiniani Bandini con documenti amministrativi dei territori e dell’abbadia di Fiastra, dal Medioevo ai primi anni del XX secolo:
    a. Sezione storica
    b. Sezione amministrativa
    c. Appendice
    d. Diplomi, medaglie, appendice
    e. Mappe e documentazione allegata
    f. Registri
  2. il secondo troncone dell’Archivio Giustiniani Bandini, conservato presso la Fondazione Giustiniani Bandini all’abbadia di Fiastra.
  • l’archivio Rzewuski di 137 unità, documentazione della famiglia polacca Rzewuski, relativa ai secoli XVIII-XX
  • l’archivio Gonzaga, 4 unità, raccoglie documentazione dal 1542 al 1594
  • l’archivio Georgina Masson (1912-1980). Si compone di 24 unità archivistiche, contenenti appunti preparatori alle sue pubblicazioni, negativi e fotografie pubblicate. La maggior parte dei documenti riguardano gli ultimi anni di vita della Masson (1975-1980).